Le Procedure di gara alla luce delle novità introdotte dalle Direttive sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia dei trasporti e dei servizi postali

giugno 24, 2014
Autore:A. Candia - Avcp

 

utlitiesSommario: 1. Premessa; 2. La preparazione dell’appalto; 3. La semplificazione delle procedure; 4. Conclusione.

1.Premessa

In seno alle direttive n. 2014/24/UE (nel seguito direttiva Appalti) e n. 2014/25/UE (nel seguito direttiva Utilities) emergono precisi obiettivi strategici, tra cui, per quanto concerne l’impostazione e la gestione delle procedure di gara, particolare importanza riveste quello della semplificazione[1]. Al tema della semplificazione sono riconducibili una serie di istituti, regolati da specifiche disposizioni, il cui recepimento porterà necessariamente ad un mutamento delle procedure di gara, così come sono attualmente conosciute e scandite da adempimenti procedurali che le rendono spesso complesse da gestire, in quanto soggette ad una molteplicità di adempimenti ed oneri amministrativi; dotate di scarsi margini di flessibilità.

Giova rilevare, peraltro, come molte delle nuove disposizioni che saranno, in seguito, esaminate prevedono poteri e/o facoltà direttamente in capo alle amministrazioni aggiudicatrici e presentano un livello di dettaglio normativo tale da poter trovare direttamente applicazione, ciò che induce a riflettere anche sulla possibilità, peralcune di esse, di un immediato recepimento, che potrebbe avvenire mediante una loro esatta trasposizione nell’ordinamento interno.

leggi il documento completo

 

Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current day month ye@r *

BANCHE DATI

GOOGLE TAGCLOUD