Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell’Autorità alle disposizioni di legge

aprile 27, 2014
Autore:Matteo Lariccia - Avcp

pagamento-subappaltatori1

Sommario: 1. Premessa. La disciplina e i termini dell’intervento legislativo, in funzione di tutela della parte debole e di contrasto alla criminalità organizzata; 2. Natura giuridica dell’istituto; 3. Dal rischio di abrogazione all’importanza strategica dell’istituto quale intervento nel mercato; 4. Conclusioni. Lo stretto rapporto tra intervento regolatorio dell’Autorità di vigilanza e modifiche legislative

 

1. Premessa. La disciplina e i termini dell’intervento legislativo, in funzione di tutela della parte debole e di contrasto alla criminalità organizzata

La disciplina del subappalto nel Codice dei contratti pubblici (in seguito, Codice) consente all’amministrazione aggiudicatrice di indicare, nel bando di gara, se intende provvedere a corrispondere direttamente al subappaltatore/cottimista l’importo dovuto per le prestazioni dagli stessi eseguite ovvero, in alternativa, se pagare il subappaltatore, secondo la modalità ordinaria, per il tramite dell’appaltatore[1].

  leggi il documento completo   


[1] Sul subappalto, in generale, G. FERRARO, Il subappalto nelle opere pubbliche, Edizioni scientifiche calabresi, 2012; N: CENTOFANTI, M. FAVAGROSSA, P. CENTOFANTI, Il subappalto, Cedam, 2012; R. DE NICTOLIS, Manuale dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, II ed., EPC Editore, 2012, 1456, ss.; A. VALLETTI, Il subappalto, Giuffré, 2005; F. CARINGELLA, M. PROTTO, Codice dei contratti pubblici, Dike, 2012, 821 ss; R. TROCCOLI, Subappalto, ergo sum!, Appalti e contratti, 12, 2012, 41-48; C. CAVALLARI, Il subappalto nella disciplina dei lavori pubblici: limiti e condizioni di ammissibilità, Il Corriere del Merito, 2012, 10, 963- 968; G. LEZZI,

Il pagamento dei subappaltatori nel D.Lgs. n. 163/2006 e nella disciplina recata dal D.P.R. n. 207/2010. Problematiche applicative e spunti innovativi forniti dalla recente giurisprudenza di merito, L’amministrazione italiana, 2011, 913-916.

Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current day month ye@r *

BANCHE DATI

GOOGLE TAGCLOUD